Via Leonardo da Vinci 97, 20090 Trezzano sul Naviglio (Mi)     Tel. 02/55189965 - 02/55185774
i cambiamenti in busta paga

I cambiamenti in busta paga tra cuneo fiscale e fringe benefit

Il nuovo Governo ha fin da subito annunciato l’intenzione di alleggerire la pressione fiscale che i datori di lavoro hanno per il pagamento delle busta paga dei propri dipendenti. Detassare le imprese e, di conseguenza, il costo del lavoro, si traduce in un aumento di stipendio per i lavoratori (per ora quelli coinvolti sono quelli con reddito fino ai 35.000 euro).

Il tutto rientra nel patto fiscale promesso dal Governo Meloni che verte in particolare su tre concetti:

  • riduzione delle tasse
  • tregua fiscale
  • lotta all’evasione

La manovra di Bilancio da 30 miliardi supporterà questi cambiamenti che di fatto potrebbero concretamente aiutare i lavoratori a far fronte al caro vita e all’inflazione sempre più crescente.

Vediamo nel dettaglio cosa è stato previsto e come questo si rifletterà nella busta paga.

Detassazione dei premi di produttività

L’intervento per alleggerire fiscalmente i premi di produttività che porterebbe a dei sostanziali cambiamenti in busta paga. In particolare oggi i premi di produzione, fino ai 3.000 euro sono tassati al 10%. Con la nuova legge di Bilancio potrebbe essere data la possibilità alle imprese di erogare un premio ai dipendenti con un taglio dell’imposta dal 10 al 5% se non addirittura con un azzeramento  totale (ma quest’ultima rpoposta è ancora in fase di attenta valutazione).

Oggi la disciplina in vigore prevede  che la cedolare secca si applichi fino a un tetto massimo di 3000 euro annui e solo per i lavoratori con reddito fino a 80 mila euro annui. Ma tale agevolazione risulta molto faraginosa e complessa da applicare a causa dei criteri imposti dalla Agenzia delle Entrate.

Fringe benefit

La soglia dei fringe benefit non tassati e concessi dalle aziende ai propri dipendenti (tra cui per esempio l’auto aziendale, i buoni pasto, il telefono aziendale, il pc ecc…), nel decreto Aiuti quater è salita a 3 mila euro. Un’importante novità, di fatto già in vigore dal precedente Governo, riguarda l’inclusione nei fringe benefits anche del rimborso spese per le utenze domestiche di luce e gas. La misura però non dovrebbe diventare continuativa ma essere valida solo per quest’anno.

Taglio «graduale» del cuneo fiscale

Il cuneo fiscale è un’annosa questione che attanaglia da sempre i datori di lavoro e i dipendenti.

Ma cos’è il cuneo fiscale? In sostanza, il cuneo fiscale è la differenza tra lo stipendio lordo versato dal datore di lavoro e la busta paga netta ricevuta dal lavoratore. Per i datori di lavoro infatti concedere anche solo 100 € in più in busta paga nette, significa spenderne almeno il doppio, moltiplicato per 14 mensilità. Una bella spesa.

Il taglio graduale al cuneo riguarderà tutte le categorie di lavoratori dipendenti, con l’eccezione dei lavoratori domestici, con retribuzione mensile fino a 35mila euro lordi l’anno. Il tutto su 13 mensilità. Lo scontro sui contributi del 2%, in sostanza, verrà applicato dal mese di gennaio a quello di dicembre, e comprenderà anche la tredicesima. Non solo. Secondo quanto trapelato, la riduzione dei contributi non avrà effetti sul calcolo delle pensioni future. Il taglio del 2% dovrebbe essere effettivo entro la fine del 2022, con un costo di circa 4 miliardi per le casse dello Stato.

Le soluzioni Softer per la gestione dei cambiamenti in busta paga

Qual ora tutti questi interventi diverranno effettivi è inevitabile che verranno coinvolti anche coloro i quali devono elaborare le buste paga a fine mese. Sia i consulenti del lavoro ma anche le risorse umane di un’azienda dovranno poter governare questi cambiamenti in busta paga per non incorrere in errori.

Softer che da sempre offre soluzioni software per fare le buste paga è in grado di recepire e inserire i conteggi legati alla tassazione del costo del lavoro, dei fringe benefits e dei premi di produzione automaticamente, agevolando così le procedure di calcolo e di erogazione del cedolino a fine mese.

software per consulenti del lavoro

Software per i consulenti del lavoro: tutte le novità sviluppate da Softer

Esistono sul mercato numerosi software per i consulenti del lavoro che hanno come scopo quello di rendere più fluido lo scambio di informazioni tra i consulenti stessi e le aziende clienti.

L’obiettivo primario di questi tool è quello di facilitare la relazione professionale affinchè il consulente del lavoro e i suoi collaboratori possano comodamente affiancare i clienti nella gestione contabile e fiscale delle risorse umane.

Softer, da anni il partner perfetto di aziende e consulenti del lavoro per la gestione delle risorse umane, è sempre alla ricerca di nuove soluzioni per migliorare i software sviluppati e offrire funzionalità che possono migliorare le attività quotidiane di coloro che si occupano della gestione del personale.

I vantaggi dei software per i consulenti del lavoro

È molto importante oggi che gli studi di consulenza del lavoro possano contare su software ad hoc che permettano loro di svolgere il proprio lavoro automatizzando il più possibile quei processi operativi che portano via molto tempo.

Prima di tutto perché i software per i consulenti del lavoro ottimizzano i tempi di raccolta, lavorazione e inserimento delle informazioni provenienti dalle aziende, grazie alla loro compatibilità con quelli di rilevazione presenze e gestione turni installati presso i clienti. Ciò significa:

  • più tempo a disposizione da dedicare ad attività più redditizie e strategiche come servizi aggiuntivi
  • ridurre il margine di errore da data entry
  • digitalizzare l’intero processo di creazione ed invio dei documenti

Non male se pensiamo che spesso gli studi di consulenza del lavoro sono realtà professionali di dimensione medio-piccola composte da pochi collaboratori. Appare chiaro che avvalersi di software per consulenti del lavoro aiuterebbe di molto la gestione quotidiana del carico di lavoro con notevoli vantaggi per i clienti, che avranno un servizio più efficiente e preciso, e per il consulente del lavoro che potrà aumentare il suo giro d’affari.

Le nuove funzionalità dei software per consulenti del lavoro sviluppate da Softer

Il team di sviluppatori di Softer non si ferma mai: il nostro obiettivo è andare la ricerca di nuove soluzioni e nuove funzionalità che possono aumentare le performance dei software per i consulenti del lavoro.

Ecco quindi le ultime novità disponibili da ora.

Durante l’installazione del software per i consulenti del lavoro

  • Importiamo tutte le informazioni personali dei lavoratori, le informazioni sul lavoro e lo stato professionale dei dipendenti, includendo vantaggi, corsi di formazione, licenze, contatti di emergenza e persone a carico;
  • Gestiamo tutti i dati sensibili in un database organizzato e sicuro.
  • Aiutiamo a configurare il pacchetto software secondo le esigenze specifiche dell’organizzazione. Ciò può includere l’impostazione di avvisi, tabelle e campi personalizzati tramite posta elettronica.
  • Supportiamo nell’implementazione del sistema, fornendo ai  dipendenti dell’aziende clienti e l’accesso self-service in modo che possano aggiornare le loro informazioni personali, richiedere permessi e altro ancora.

App e smartphone: la consultazione disponibile in ogni momento

HR,  manager e capireparto hanno accesso a ciò di cui hanno bisogno con un software in grado di stare al passo con i loro impegni: l’app mobile gratuita sviluppata da Softer offre a tutti un facile accesso alle funzioni essenziali di NetTime EVO, software per la gestione della rilevazione presenze e controllo accessi, in ogni momento.

Funzionalità aggiuntive all’insegna di efficienza e chiarezza

  • Viene semplificata la fase di reportistica così da creare e condividere i report rapidamente con i clienti.
  • Gli amministratori delle risorse umane possono ora inviare le buste paga dai flussi delle presenze grazie alla compatibilità con i maggiori software delle paghe per i consulenti del lavoro.

Il software di pianificazione turni aiuta a comprendere le esigenze di flessibilità della forza lavoro in modo da poter creare programmi di lavoro per tutti i dipendenti:  si ottengono così informazioni dettagliate sulle diverse disponibilità e competenze dei lavoratori creando, su di essi, turni anche complessi cosicché le esigenze di copertura siano soddisfatte.

Fornisce ai lavoratori strumenti self-service per accedere agli orari, ritirare i turni, scambiare turni e richiedere congedi su richiesta.

Informa inoltre i lavoratori sui cambiamenti di orario e sulle nuove opportunità di turno in modo che possano prendere accordi tempestivi per ridurre i conflitti tra lavoro e vita privata.​

Tutto ciò vi sembra troppo per essere presente all’interno di un unico software?

Ebbene sì, noi di Softer ce l’abbiamo messa tutto per realizzare un software per i consulenti del lavoro dall’effetto wow.

app presenze

App presenze: perché le aziende non possono farne a meno

Vi ricordate la famosa scena di Fantozzi in cui cerca di timbrare il cartellino entro l’inizio dell’orario di lavoro? A pensarci viene ancora da ridere, soprattutto se pensiamo come oggi le app presenze abbiamo completamente rivoluzionato il modo di gestire la rilevazione presenze del personale in azienda.

Ancora non ne avete adottato un app rilevazione presenze in aziende? Capiamo insieme perché è uno strumento utile per i dipendenti ma anche per le risorse umane.

App gestione presenze e la digitalizzazione aziendale

Oggi esistono app per qualunque tipo di operazione: dalle operazioni bancarie alla spesa online, dai registri elettronici scolastici all’ordine della cena. Insomma non esiste attività ormai che possa essere svolta senza il supporto di un’app fruibile da smartphone e tablet.

Pensare che esistano delle app per la timbratura del badge aziendale quindi non è poi così sbagliato. Anzi! Oggi ci sono molte soluzioni che permettono alle aziende di digitalizzare questa procedura. Ed è proprio questo il punto. La digitalizzazione.

Il percorso di digitalizzazione delle aziende sta correndo più veloce che mai e non è raro trovare piccole realtà aziendali e imprenditoriali, che caratterizzano il tessuto economico italiano, che adottano soluzioni all’avanguardia per la gestione delle procedure quotidiane. Tra queste c’è anche la timbratura del badge tramite l’app presenze, divenuta un alleato per gli Hr Specialist e i dipendenti proprio per la facilità di utilizzo e la comodità nel registrare i dati di inizio e fine lavoro.

App per timbrature: come utilizzarla

L’app presenze può rivelarsi uno strumento davvero strategico per le aziende, a maggior ragione in un’epoca in cui lo smartworking è all’ordine del giorno. Utilizzare un’app rilevazione presenze è davvero facile e se essa viene sviluppata favorendo la user experience, semplificando il più possibile i passaggi, diventerà un tool indispensabile. Per non parlare dei lavoratori fuori sede e di coloro che operano fuori sede come tecnici manutentori o consulenti.

Prima di tutto bisogna scegliere il prodotto più vicino alle proprie esigenze. Una volta individuata la soluzione migliore alla propria realtà aziendale si procede con l’installazione. L’app presenze viene quindi  collegata ai devices dati in dotazione al dipendente, smartphone o tablet. Un utile accorgimento è quello di accertarsi che l’app sia compatibile con i sistemi operativi e i modelli degli apparecchi affinchè non ci siano problemi di conciliabilità.

L’app presenze sarà quindi identificabile da un’icona ben precisa che permetterà di essere facilmente individuata sullo schermo.

A questo punto il lavoratore, una volta aperta l’applicazione, potrà fare “tap” sul bottone dedicato e segnalare l’inizio della sua giornata, operazione che dovrà essere svolta al termine del suo lavoro.

Tutto qui? Ebbene sì! L’app presenze nasce proprio dalla necessità di facilitare il più possibile i lavoratori nel passaggio della timbratura del cartellino che ora diventa completamente digitalizzata.

Per supportare ancora di più i lavoratori nel cambiamento è bene prevedere un piccolo tutorial che spieghi le principali funzionalità dell’app presenze di modo che tutti possano comprendere come utilizzarla sfruttando tutte le caratteristiche.

Le app rileva presenze e i vantaggi per le risorse umane e l’azienda

Non possiamo tralasciare coloro che stanno “dall’altra parte” del processo, coloro che elaborano i dati raccolti dall’app presenze: stiamo parlando dell’ufficio risorse umane, o, meglio ancora, gli addetti alla verifica delle timbrature che serviranno poi per fare il conto delle presenze e della assenze e preparare le buste paga a fine mese.

Ebbene l’app presenze, in quanto strumento digitale, una volta registrata la timbratura virtuale del dipendente, invia una serie di informazioni all’azienda che saranno consultabili da uno speciale pannello dati del software installato sui computer.

Da questo cruscotto l’addetto, accedendo con il suo account, potrà ottenere informazioni circa:

  • L’orario di timbratura di inizio e fine lavoro dei dipendenti: questo dato viene ricavato dai server su cui è archiviata l’applicazione, così che risulti impossibile da “manomettere”.
  • il luogo del dispositivo da cui viene eseguita la timbratura. La raccolta di quest’ultimo dato, ottenuto dalla timbratura geolocalizzata, in molte App è facoltativa: l’azienda può attivarla o disattivarla in base alle sue esigenze.

A questo il calcolo dei giorni di presenza e assenza, ferie e permessi, sarà facile e immediato, velocizzando così il processo di resoconto che dovrà essere poi inviato al consulente del lavoro o all’agenzia che realizza le buste paga, e riducendo sensibilmente il margine d’errore.

L’app timbratura è un risparmio per l’azienda

Un altro innegabile vantaggio nell’adozione di un’app presenza in azienda è il risparmio su alcuni costi fissi. Non sarà più necessario infatti pagare la macchina timbra cartellino o timbra badge, che richiede anche una certa manutenzione oltre che l’intervento di un tecnico in caso di malfunzionamento.

Con l’app presenze le spese vengono ammortizzate in un canone di noleggio del software, che saranno ancora più basse se installato sui server aziendali, che speso comprende anche l’assistenza tecnica.

Per non parlare del risparmio in carta se l’azienda utilizza ancora il cartellino cartaceo tanto caro a Fantozzi, come citavamo all’inizio di questo articolo.

Infine si ha un notevole vantaggio nell’archiviazione automatica dei dati: tutto viene registrato dal software e i dati, sempre disponibili per la consultazione e l’analisi in qualsiasi momento, non devono essere archiviati in faldoni che potrebbero rischiare di perdersi o danneggiarsi col tempo.

L’app presenze Softer

Grazie al suo team di sviluppatori e all’esperienza decennale Softer ha raccolto le esigenze espresse dai suoi clienti e sviluppato una soluzione per app per le timbrature che permette di gestire le presenze del personale in maniera facile, intuitiva e veloce, con tante funzioni utili per i lavoratori e gli addetti alle risorse umane.

Scopri di più sull’app presenze di Softer.

nettime-hr sicurezza

Nettime-Hr Sicurezza, la piattaforma di gestione accessi di Softer

Abbiamo già avuto modo di presentarvi la nuova piattaforma di gestione del personale messa a punto da Softer, Nettime-Hr, in questo articolo. Nettime-Hr è l’evoluzione delle soluzioni Softer, presenti sul mercato da anni, frutto dell’attenta e costante ricerca del nostro team di tecnici e sviluppatori che ha saputo trasferire le richieste dei nostri clienti in un programma funzionale ed efficiente.

Continua a leggere

richiesta ferie e permessi

Richiesta ferie e permessi dei dipendenti: come gestirla

In azienda spetta alle risorse umane, insieme ai capi reparto e ai responsabili di divisione, gestire la richiesta ferie e permessi dei dipendenti. Ferie e permessi spettano di diritto ai lavoratori e hanno facoltà di gestirli e distribuirli durante l’arco dell’anno in accordo con l’azienda, ad eccezione di due settimane l’anno in cui le ferie sono scelte dal datore di lavoro.

Continua a leggere

SOFTER GROUP SRL

Softer Group S.r.l.
Via Leonardo da Vinci 97, 20090 Trezzano sul Naviglio (MI)
Tel +39 0255189965 - E-mail: infomi@softer-group.net
P.I.04439930969 - REA: MI-1748070
Capitale interamente versato 10.000 €